Tesserati!
Notizie

UE: Altro che caccia …15 infrazioni su 65 riguardano l’ambiente.

UE: Altro che caccia …15 infrazioni su 65 riguardano l’ambiente.

UE: 65 PROCEDURE D’ INFRAZIONE CONTRO L’ITALIA

……….15 RIGUARDANO L’AMBIENTE !

Continuano a prefigurarci l’apertura di procedure d’infrazione, qualora Regione Lombardia concedesse le “Deroghe”, con pesanti multe da pagare e rivalse da parte della Corte dei Conti.

A sgombrare questi dubbi e’ stata l’Europarlamentare Lara Comi la quale ha rassicurato tutti i partecipanti: vertici, dirigenti,funzionari di Regione Lombardia, nonché tutte le Associazioni Venatorie, circa l’assenza di nessuna procedura in essere al riguardo.

Gian_Luca_GallettiDetto questo, abbiamo voluto capire cosa effettivamente “bolle in pentola” relativamente a questo delicato ed oneroso argomento,già perché quando fioccano le multe, sono pesanti. Dai dati rilevati dall’Audizione del Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti sullo stato delle conseguenze delle procedure d’infrazione dell’UE in materia ambientale, fatta a Roma l’1 Marzo 2016, la situazione era la seguente: 86 procedure d’infrazione di cui 18 sull’Ambiente.

cartina_lombardiaIn particolare il 22 Ottobre 2015 la Commissione Europea ha inviato una lettera di messa in mora relativa ai rifiuti, con riferimento ai piani di gestione degli stessi, di 13 Regioni, tra cui la Lombardia. Mentre il 2 Dicembre 2014 la Corte di Giustizia,nell’ambito della causa promossa dalla Commissione per l’inerzia dell’Italia ad adottare tutte le misure necessarie,ha condannato l’Italia al pagamento, di sanzioni pecuniarie.La corte ha imposto procedure atte alla bonifica e l’avvio di procedure penali nei confronti dei responsabili.

Rifiuti_discariche_piene-1024x576Pertanto la Corte ha condannato il nostro Paese al pagamento di una somma forfettaria di 40 milioni di €uro. Il 18 Giugno 2015 sono state contestate 102 discariche con una penale di 120.000 €uro al giorno, pagando la somma forfettaria di 20 milioni di €uro. Potremmo parlare di altre contestazioni mosse al nostro Paese tra cui la qualità dell’aria,la gestione del rumore, reti fognarie e acque reflue urbane, ma per non annoiare il lettore ci fermiamo qui.

rifiuti-tossici-lombardiaLa notizia positiva è invece la riduzione, ad oggi, del numero delle procedure d’infrazione a 65, di cui però ancora 15 riguardano l’ambiente. A noi Cacciatori l’ambiente sta particolarmente a cuore in quanto la nostra passione non si coniuga con un ambiente degradato e deturpato. Concludendo,non vorremmo che ci si fasciasse la testa prima del tempo sulla questione “Deroghe”, che venga effettuato nei tempi previsti l’incontro tra Presidenti di Regione interessate, Ministro Galletti, Europarlamentari del Tavolo Caccia ed Associazioni Venatorie ciò al fine di avere chiarimenti sul ruolo ed operato di ISPRA.

Solo alla fine di questo percorso potremo tracciare le somme e dare un giudizio ed una valutazione complessiva sull’argomento, come sempre, senza sconti per nessuno.

ACL  Ufficio stampa

Etichettato: , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *