Tesserati!
Notizie

Terrorismo priorità dell’Europa, ma noi non siamo cittadini di serie “B”.

Terrorismo priorità dell’Europa, ma noi non siamo cittadini di serie  “B”.

unione_europeaIl grande problema dell’Europa è il terrorismo e per combatterlo si è pensato di porre un freno alla detenzione di armi sportive comprese quelle usate per attività venatoria. Grande idea. Come se i terroristi usassero doppiette e sovrapposti per le loro finalità criminali. Al di la del fatto che i possessori di armi ad uso sportivo e venatorio hanno un porto d’armi regolare, una fedina penale immacolata, un comportamento etico e che vogliono solo poter praticare una passione per la quale pagano tutta una serie di tasse e assicurazioni, riteniamo che siano altre le strade da perseguire per una seria lotta al terrorismo internazionale. Ora dopo quanto avvenuto a Nizza, dinnanzi ad una strage vigliacca che ha colpitotir-nizza persone inermi e tanti bambini, che cosa faranno i nostri burocrati, quelli che decidono se le misure di una melanzana sono a norma, gli stessi che vogliono che l’Italia importi latte in polvere per fare il Grana Padano e che ci impongono l’olio tunisino, a scapito del nostro che è di alta qualità e rigidamente controllato ?  Decideranno di bloccare la vendita e l’uso dei TIR  perchè possibili strumenti di morte ?  Da questi c’è da aspettarsi di tutto. L’Unione Europea farebbe bene ad occuparsi delle migliaia di profughi che ogni giorno sbarcano sulle nostre coste e su quelle della Grecia. Gente disperata che scappa dalla guerra, ma anche clandestini di cui non si sa nulla. A noi ci hanno costretto a censire gli uccelli da richiamo, nome cognome data di nascita, specie, anellino e …guai a sbagliare. Poi ci ritroviamo in casa miglia e migliaia di persone di cui non sappiamo nulla. Persone da mantenere clandestinialle spalle di una nazione che ha perso il suo ceto medio, ha perso qualche milione di posti di lavoro innalzando la soglia di povertà per tantissime persone che non sanno più dove sbattere la testa. Non siamo razzisti e non lo siamo mai stati e l’accoglienza è sempre stata uno dei nostri capisaldi. Questo è solo uno sfogo legittimo di fronte a certe storpiature che l’Unione Europea vuole fare ai danni della brava gente, ai danni di una nazione già massacrata da una pesante economia, ai danni di noi cacciatori che chiediamo solo più rispetto.  Forse il nostro, di fronte ai problemi del momento, può sembrare un discorso egoistico e menefreghista … ? No, non è così perchè tutti noi di ACL, e crediamo sia così per tantissimi cacciatori, ci battiamo ogni giorno per un mondo migliore da lasciare ai nostri figli, alle nuove generazioni. Lottiamo per i nostri diritti sapendo bene quali sono i nostri doveri di cittadini italiani, che, nel bene e nel male, non ci siamo mai sottratti alle nostre responsabilità.

Ariel – ACL

Etichettato: , , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *