Tesserati!
Notizie

Terminata dopo un anno l’esperienza di Andrea Trenti al vertice di ACR. Il veneto De Toni gli succede.

unitiE’ durata un anno l’avventura di Andrea Trenti alla guida di ACR (associazione per la cultura rurale). In un comunicato la segreteria ha fatto acvsapere che sono state accolte le dimissioni del bresciano e che al suo posto è stato eletto il veneto Marco De Toni.  Cambia il nome anche del vicepresidente con Fabio Stefana che subentra a Maria Cristina Caretta. Una notizia già circolata alcuni giorni che lascia un pò perplessi tutti. Andrea Trenti ha lavorato bene in questi 12 mesi del suo mandato, battendo il territorio in lungo e in largo per spiegare e fare comprendere a tutti le finalità di un progetto importante. Agricoltura, caccia, scuole, società civile sono stati gli argomenti usati per cercare di fare coesistere realtà solo in apparenza diverse fra loro ma fortemente unite dagli ideali. temi che anche noi come ACL abbiamo sostenuto ospitando proprio Andrea Trenti in diverse occasioni. Il fatto che ACR abbia scelto di non partecipare alla giornata dell’Orgoglio Venatorio (proposta bocciata in fase di votazione) ci ha sorpreso non poco e non vorremmo fosse questa la causa delle sue dimissioni, anche se ufficialmente si parla di impegni lavorativi. Ci ha fatto però piacere vedere Trenti e i suoi, anche se a titolo personale, sfilare con tutte le associazioni domenica 22 maggio a Gardone Valtrompia.   Forse siamo in malafede pensare  il  che ACR e FCR siano uno strumento in mano di Confavi  ma a volte …. ci si azzecca.  In ogni caso auguriamo ai nuovi dirigenti di ACR un buon lavoro e ad Andrea Trenti di trovare in altri settori le soddisfazioni che gli sono state negate dal mondo venatorio, bresciano e non -.

 

ACL Ufficio stampaacr

 

Etichettato: , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *