Tesserati!
Notizie

Referedum abrogativo quorum al 25% – caccia a rischio !

Referedum abrogativo quorum al 25% – caccia a rischio !

Referedum abrogativo quorum al 25% – caccia a rischio !
ACL dice NO !

ACL dice NO !

Una nuova tegola si sta abbattendo sulla caccia e sui cacciatori -la prossima settimana approderà in aula l’introduzione della riforma sul referendum propositivo che prevede solo il 25% degli aventi diritto al voto il quorum necessario perché un quesito referendario sia valido. Un gravissimo rischio per la caccia e non solo, poiché
ogni qualvolta il test referendario sarà incentrato su questioni che non sono recepite come proprie dalla maggioranza dei cittadini, la proposta sarà nelle mani di una minoranza di persone, solitamente bene organizzate, che potrà approfittare del disinteresse generale.

Di fatto si vuole dimezzare il quorum di validità dal 50% + 1 al 25%. Con la formula e le belle parole dove si parla “…per una più ampia democrazia” questa riforma potrà decidere nel bene e nel male sul futuro di molte cose. Potrebbe segnare i “de profundis” per la nostra passione. 
ACL non ci sta e chiede alla Lega, che a parole (ma con pochissimi fatti) si schiera al fianco dei cacciatori, di sospendere immediatamente questa riforma che porrebbe i delatori della ”caccia” in una condizione di super-vantaggio. Una scelta, quella della Lega di appoggiare i pentastellati, per la quale si ha la netta percezione che si voglia barattare qualcosa con il M5S sul fronte della TAV e di altro.

Oggi le priorità sono ben altre a cominciare dal lavoro, del futuro per i nostri giovani, le opere pubbliche, il tema della salute ecc. ecc.  e  come ACL ci  stiamo domandando con non poca preoccupazione se sia proprio la Lega a fornire questo “assist” ai 5Stelle. Sarebbe davvero il massimo per loro che si sono sempre schierati a difesa delle tradizioni.
E’ chiaro che noi sosteniamo la caccia in tutte le sue forme, come diritto sancito da una legge, che non vorremmo vedere cancellata a colpi di referendum.

ACL chiede a tutti di vigilare e protestare pubblicamente usando ogni mezzo lecito, sopratutto nell’era dei “social” e della comunicazione web.
Proprio in questi giorni il deputato della Lega Guglielimo Golinelli ha ottenuto dal ministro dell’ agricoltura, Gian Marco Centinaio, l’istituzione del tavolo per modificare la legge sulla caccia, la 157, ed è da qui che occorre ripartire, non dall’abbassamento del quorum referendario che offrirebbe agli anticaccia, da parte di questo governo, un’occasione unica per seppellire la nostra passione e le nostre tradizioni.

Dalle deroghe alla chiusura dei roccoli, e alla limitazione del prelievo …  . Di pesci in faccia ne abbiamo già ricevuti abbastanza e la Lega deve sapere che questa cosa potrebbe costare cara già a maggio.
ACL dice No a tutto questo !

Etichettato: , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *