Tesserati!
Notizie

Rabbia e delusione : impallinati dal fuoco amico

Rabbia e delusione : impallinati dal fuoco amico

ACL – Rabbia e Delusione

Nessuna polemica e nessuna strumentalizzazione ma solo delusione e rabbia-.

Scusate se torniamo sull’argomento “deroghe” e “richiami” , ma è difficile da mandar giù questo boccone, e più difficile è mandar giù la dimostrazione che ancora una volta il popolo della caccia è solo una mucca da mungere in campagna elettorale. Se prima con l’Assessore Fava sapevamo che non ci avrebbe dato nulla per questa stagione una piccola illusione ce l’eravamo fatta, non tanto sulle DEROGHE, quanto sulla possibilità di riaprire i ROCCOLI.

Si pensava, e non solo noi di ACL, che con una maggioranza forte in Regione si potesse ottenere qualcosa, ma ancora una volta la politica ci ha deluso. Ci ha deluso per la votazione (segreta) delle pregiudiziali dove nella stessa maggioranza sono mancati diversi voti. Un chiaro segno di debolezza e un chiaro segno di non voler andare contro i poteri forti di Roma. Invano abbiamo chiesto un intervento di “coraggio” immediato attraverso una “delibera” che desse quanto meno il segno di volere salvare le apparenze e invece ci è stato comunicato che si procederà all’istituzione di un Tavolo Tecnico e Politico per vedere cosa è possibile fare per la stagione 2019. Questa di stagione è appena cominciata … . Che dire, ce ne faremo una ragione, ma anche un opinione e dietro l’angolo ci sono le elezioni Europee. Chi ha orecchie per intendere intenda … .

ACL non ci sta e chiede ancora all’assessore Rolfi un prova concreta, subito, poi vanno bene anche i tavoli tecnici. E’ vero che sono arrivate le 2 giornate integrative per i capannisti di Brescia e Bergamo, un piccolo contentino che comunque ci lascia l’amaro in bocca perché ci sentiamo traditi e impallinati dal fuoco amico. E poi non dimentichiamo che sebbene Matteo Salvini sia il Ministro dell’ Interno anche quest’anno sono arrivati in forze i SOARDA, il nucleo dei Carabinieri Forestali, che stanno già ispezionando il territorio bresciano a “caccia” di bracconieri. Nulla in contrario, ci mancherebbe, ma in termini di costi e spese, …a fronte di qualche metro di rete e qualche proibito sequestrato, qualche riflessione va fatta.

Associazione Cacciatori Lombardi

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *