Tesserati!
Notizie

Lunedì 4 Agosto Orgoglio Venatorio incontra i vertici ISPRA . Gettare le basi per un cambio di passo e per un dialogo vero.

Lunedì 4 Agosto Orgoglio Venatorio incontra i vertici ISPRA . Gettare le basi per un cambio di passo e per un dialogo vero.

COMUNICATO STAMPA ORGOGLIO VENATORIO

 Lunedì 4 agosto 2014 ad Ozzano Emilia non si va per “pettinare le bambole” ma per ottenere un cambio di passo, una svolta nei rapporti con I.S.P.R.A , questo Istituto che per scelta politica è diventato l’ombelico del mondo, ove tutto e tutti dovrebbero sottostare a pareri che sono opinabili dal punto di vista tecnico-scientifico in quanto gravati e permeati da una ideologia anticaccia in alcuni dei suoi esponenti. Ed è con questo spirito che la Delegazione che si accinge a partecipare a questo importante incontro vuole avviare un confronto aperto e corretto, che sia improntato al rispetto reciproco ed alla collaborazione volta a costruire un percorso condiviso e non condizionato da retaggi ideologici.

E’ auspicabile la sigla di un protocollo ove si concordi un sintetico programma operativo e si diano delle priorità rispetto ai temi aperti, in particolare quello sulla fornitura di dati certi, delle caccie tradizionali e della prestazione puntuale dei servizi da erogare.

Cacciatori Italiani, quello che vorremmo fare ve lo diciamo prima così come vi diciamo che non saremo condizionati dai tanto famosi “PUNTI DI CADUTA” che hanno contraddistinto negli anni la politica venatoria con il risultato che è sotto gli occhi di tutti e che ci ha costretto a manifestare fuori dei cancelli di I.S.P.R.A. .  Solo grazie agli oltre 1.000 cacciatori che provenienti da tutta Italia hanno effettuato il presidio ad Ozzano Emilia abbiamo coinvolto i vertici I.S.P.R.A  a venire da Roma per incontrarci.  A tutti Loro vada il nostro grazie!!

Purtroppo vi sono da registrare più o meno velati tentativi di porre discredito alle nostre iniziative e queste purtroppo non 10557305_326870757468420_4774103315954482129_nprovengono dai nostri avversari, bensì da ”fuoco amico”. Vorremmo tranquillizzare anche loro nel ribadire che il nostro intento è solo e solamente quello di dare voce ed interpretare il malcontento e le istanze della base dei cacciatori italiani stanchi dell’immobilismo e delle politiche di retroguardia da parte di coloro che li dovrebbero rappresentare.

Qualche risultato è stato ottenuto, certo è che chi non fa nulla non sbaglia mai.

UFFICIO STAMPA DELL’ORGOGLIO VENATORIO                                          Bergamo  01 agosto 2014

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *