Tesserati!
Notizie

DEROGHE : SALE L’ATTESA PER LA DEFINIZIONE DI UNA DATA D’INCONTRO CON MARONI E FAVA

DEROGHE : SALE L’ATTESA PER LA DEFINIZIONE DI UNA DATA D’INCONTRO CON MARONI E FAVA

Il 31 luglio la data possibile

maroni favaNon è solo la temperatura estiva a salire ma anche l’ aspettativa da parte del mondo Venatorio lombardo,da parte delle Associazioni che lo rappresentano,ma anche dal “Tavolo Caccia “,costituito da ben sei Europarlamentari. A questo titolo nel corso della riunione con tutte le Associazioni Venatorie del 19 Giugno a Brescia le On. Lara Comi e Renata Briano chiedevano e ottenevano la disponibilità ad un incontro sul tema del Prelievo in Deroga con il Presidente Maroni e l’Assessore Fava, da svolgersi entro 15 giorni, ma ad oggi non è stata ancora concordata una data.

Un ultimo incontro cruciale teso e volto a chiarire l’effettiva volontà politica di Regione Lombardia e delle sua Giunta di procedere, attraverso una Delibera, di consentire la deroga per le specie fringuello,peppola e storno,nonché la riapertura degli impianti di cattura(roccoli).  Dopo anni di “scarica barile”,”gioco dei tre cantoni ” e continue minacce di sanzioni è giunto il momento di arrivare al dunque, facendo chiarezza su questa controversa questione. La nostra gente lo vuole, i settantamila cittadini Cacciatori Lombardi lo pretendono!

Sono gli stessi che ad Ottobre saran chiamati ad esprimersi con un Referendum teso ad aver più autonomia, su alcune materie e voci di spesa, nonché alle Elezioni Regionali la prossima Primavera. Questo per rinnovare la memoria della Giunta di Centro destra che regge la Lombardia ed a coloro che intendono ricandidarsi alla guida della Regione. Non si può continuare ad attendere l’incontro, visto che a fine luglio la Regione chiude i lavori, facendo rimanere con il fiato sospeso un’intera categoria, quando gli impegni erano in termini e scadenze tali da concludersi entro la fine del mese.

Prima di rinnovare il tesseramento e rinnovare la licenza, il cacciatore ha diritto di sapere come potrebbe svolgersi la prossima Stagione venatoria, le specie cacciabili, carniere, tempi, giornate aggiuntive etc.attraverso il Calendario Venatorio, ma purtroppo non è così. Stiamo perdendo la pazienza e la fiducia verso quelle forze politiche e candidati che ci hanno chiesto il consenso, non è una questione di lobby, è semplicemente una questione di mantenere le cose che si promettono e poi non si mantengono nei fatti.

Si tratta di discostarsi da un parere come quello di ISPRA che non entra nel merito della richiesta di Regione Lombardia. Ecco un motivo per cui poi ci si lamenta per l’astensionismo, perché la gente non va più a votare: signori politici ormai ci mancano le motivazioni la mancanza di autonomia e di volontà politica sulla caccia in particolare potrebbe essere una ragione.

 

ACL Ufficio Stampa –

Etichettato: , , , , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *