Tesserati!
Notizie

Deroghe Lombardia: un passo avanti. Ora vogliamo la delibera.

Deroghe Lombardia: un passo avanti. Ora vogliamo la delibera.

Finalmente una nota positiva dopo una serie di notizie negative. Il prelievo in deroga con questa votazione è ora più vicino, benchè la strada sia ancora tutta in salita. ACL apprezza gli sforzi dei consiglieri Sala e Rolfi ma ora attende un atto amministrativo, di coraggio e di buona volontà, da parte dell’Ass.re Fava.   ACL- ufficio stampa.

 

CACCIA IN DEROGA, APPROVATA MOZIONE IN CONSIGLIO REGIONALE. SALA (LISTA MARONI) E ROLFI (LEGA NORD): GRANDE SODDISFAZIONE PER VOTO FAVOREVOLE, ORA GIUNTA DELIBERI

COMUNICATO STAMPA

CACCIA IN DEROGA, APPROVATA MOZIONE IN CONSIGLIO REGIONALE

SALA (LISTA MARONI) E ROLFI (LEGA NORD): GRANDE SODDISFAZIONE PER VOTO FAVOREVOLE, ORA GIUNTA DELIBERI

MILANO, 5 LUGLIO 2016 – Approvata dal Consiglio regionale lombardo una mozione che chiede alla Giunta di adoperarsi per l’adozione di  una delibera autorizzativa del prelievo venatorio in deroga alle specie storno, fringuello e peppola per la stagione venatoria 2016-2017. Nel merito sono intervenuti il primo firmatario e  consigliere regionale del gruppo “Maroni Presidente” Alessandro Sala e il consigliere regionale della Lega Nord Fabio Rolfi.sala

“Esprimiamo grande soddisfazione per l’accoglimento del nostro appello da parte del Consiglio regionale. Il voto favorevole da parte dell’Aula – spiegano i consiglieri – impegna inoltre la Giunta a ricorrere fino alla Corte di Giustizia Europea, in caso di ricorsi contro la delibera. Finalmente chiarezza! Una volta per tutte o si potrà cacciare queste specie o si saprà che non c’è nulla da fare. Questo è quello che chiedono i cacciatori che ogni anno attendono vanamente risposte in merito”.

download
Ringraziamo i consiglieri regionali che hanno votato a favore. Ribadiamo che la deroga è un diritto che la UE consente di esercitare a determinate condizioni quali ad esempio la piccola quantità, che Ispra però dovrebbe calcolare. Anche quest’anno però l’Ispra ha dichiarato di non essere in grado di fornire i dati. Considerando però che questo parere è obbligatorio ma non vincolante – concludono in consiglieri Sala e Rolfi – riteniamo che la Giunta regionale debba deliberare per consentire la caccia in deroga per la stagione venatoria 2016-2017″.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *