Tesserati!
Notizie

Cacciatori in piazza a Torino contro il calendario venatorio varato dalla Regione Piemonte

Cacciatori in piazza a Torino contro il calendario venatorio varato dalla Regione Piemonte

torino 410 giugno giorno della protesta a Torino per circa 5000  cacciatori piemontesi che si sono radunati in piazza Castello di fronte al palazzo della Regione. Con fischietti e bandiere, in rappresentanza di tutte le sigle venatorie, per dire “NO” al nuovo calendario venatorio appena partorito dalla Regione Piemonte. Un calendario che penalizza fortemente l’attività venatoria. In piazza per chiedere il rispetto della legalità e che i cacciatori piemontesi siano trattati come tutti i cacciatori delle altre regioni e per chiedere che i calendari venatori rispettino la legge 157 e per evitare lo sperpero di denaro, come fatto negli ultimi tre anni, per ricorsi inutili al TAR”      Tra i presenti anche Paolo Sparvoli, presidente nazionale della Libera Caccia che ha sottolineato come occorre essere uniti in questi frangenti. Il corteo dei cacciatori piemontesi si è poi mosso con ordine verso via Alfieri dove ha sede il Consiglio Regionale del Piemonte, il luogo dove appunto è in discussione il nuovo calendario venatorio. Ricordiamo che il Piemonte è anche l’unica regione dove non è consentito cacciare con i richiami vivi ed ora tutta una serie di nuove restrizioni che sabotano la passione di migliaia di cittadini onesti che praticano l’attività venatoria con passione e competenza.  Ora si resta in attesa del giusto riscontro politico, anche perchè i cacciatori piemontesi sono stanchi di essere trattati in questo modo e non si fermeranno certo alla protesta di oggi.

ACL

 

Etichettato: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *