Tesserati!
Notizie

ACL: vile attacco del fronte animalista alla fiera degli uccelli di Brembate. Panico e paura tra la folla inerme. Scattano le denunce.

ACL: vile attacco del fronte animalista alla fiera degli uccelli di Brembate. Panico e paura tra la folla inerme. Scattano le denunce.

Una manica di  nullafacenti hanno scelto domenica di 29 maggio di presentarsi alla sagra degli uccelli di Brembate, una manifestazione civile che da anni richiama centinaia di appassionati del canto da ogni parte del nord Italia. Una manifestazione organizzata nel parco della casa di riposo dove soggiornano persone anziane, disabili e ammalati. Senza la minima dignità brembae incuranti della situazione questo manipolo di estremisti violenti hanno pensato bene di attaccare la sagra seminando il panico e il terrore tra la gente inerme e tra i bambini presenti.  Un attacco violento e gratuito. I cacciatori di ACL presenti e tutte le altre persone non hanno ovviamente reagito, lasciando il compito alle forze dell’ordine. Hanno rubato e lordato la nostra bandiera e questo è un atto davvero grave per il quale ACL ha deciso di fare qualcosa.  Abbiamo infatti denunciato i personaggi che ci hanno aggredito e ci costituiremo parte civile in sede di giudizio per chiedere un forte risarcimento economico da devolvere poi per cause giuste. Non è più possibile animalisassistere inermi a queste provocazioni e violenze gratuite. D’ora in avanti ACL si muoverà con serietà percorrendo tutte le strade della legalità per ottenere giustizia e chiediamo che anche le altre associazioni facciano lo stesso. Ora poi che è in vigore il reato di disturbo dell’attività  venatoria ci sarà più facile rendere la vita dura a questi imbecilli che dovranno poi pagare pecunia di tasca loro, poichè ovviamente il fronte che li manipola, che li strumentalizza e che li manda avanti se ne guarda bene poi di tutelarli anche in sede giudiziaria e penale. Quindi anche durante la stagione venatoria sapremo come tutelarci attraverso la legge.   Questi sfregi continui, il terrore che seminano, la violenza che usano, fisica e verbale, saranno da ora in poi usate contro di loro.  Le forze dell’ordine stanno eseguendo indagini anche attraverso le pagine “social” di questi gruppi identificando varie persone che usano facebook per insultare, denigrare, calunniare e commentare con vanto le loro imprese da vigliacchi. Si identificano infatti vari tipi di reati compreso l’istigazione alla violenza.  Quello che chiediamo a tutti voi è solo di non cadere nel tranello della provocazione, ma di documentare con i telefonini le imprese di questi sciagurati nullafacenti, perchè la legge è dalla nostra parte, e chiamare subito le forze dell’ordine.

ACL Ufficio Stampa

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *