Tesserati!
Notizie

ACL – Incontro con il Prefetto di Brescia

ACL – Incontro con il Prefetto di Brescia

ACL – Incontro con il Prefetto di Brescia

ACL e ANUU hanno incontrato il Prefetto, sua Eccellenza il dott. Annunziato Vardè, per altro accompagnato dal comandante provinciale dei Carabinieri di Brescia e dal vicecomandante dei Carabinieri-forestali. A loro sono stati esposti, anche attraverso testimonianze, numerosi fatti relativi a controlli definiti come dire …troppo “zelanti” da parte delle istituzioni locali preposte, ma anche da parte di quelle giunte in forze dalla capitale per quella che ormai è conosciuta come “Operazione Pettirosso”.

Un operazione che da anni vede interessato il territorio bresciano per la lotta contro il bracconaggio, quello esercitato in maniera illegale a fini di lucro e non da cacciatori, tanto per intenderci, che praticano una passione legittima sancita da una legge nazionale nel rispetto delle norme vigenti.
– Un confronto sereno tra le parti, dove proprio sua Eccellenza il Prefetto di Brescia ha mostrato interesse al racconto di certi episodi accaduti. Per il resto gli altri “alti in grado” presenti, pur prendendo nota della situazione esposta, hanno ripetuto che le forze messe in campo con compiti di polizia giudiziaria agiscono nell’osservanza degli “ordini di servizio” e di situazioni di controllo che sfociano in indagini vere e proprie. Insomma a quanto pare ognuno è rimasto sulle proprie posizioni, senza fare trapelare nessuna situazione di disagio e nessuna presa di posizione ufficiale. Nell’incontro si è anche parlato però dei gravi atti di vandalismo e di disturbo all’attività venatoria compiuto da reietti senza idee che agiscono da criminali strumentalizzati dalle note sigle dell’animalismo più radicale.

ACL ha chiesto al Prefetto di Brescia e alle autorità giudiziarie presenti di porre la stessa severità di controllo, oltre che di indagine, messa in atto contro la caccia anche contro disturba e vandalizza i capanni, o peggio ancora aggredisce i cacciatori.

Sarà il tempo a dire se qualcosa sarà cambiato in futuro, già dai prossimi giorni nelle nostre valli, quanto meno per ciò che riguarda una maggiore serenità e compostezza da parte di chi controlla e una maggiore collaborazione da parte di chi è controllato. Questo per evitare gravi episodi di tensione tra le parti.

ACL – Ufficio Stampa

Etichettato: , , , , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *