Tesserati!
Notizie

ACL IL NOSTRO APPELLO AI CACCIATORI BRESCIANI

ACL IL NOSTRO APPELLO AI CACCIATORI BRESCIANI

IL NOSTRO APPELLO AI CACCIATORI BRESCIANI: ORA O MAI PIÙ!

Domenica si vota,una giornata cruciale per il futuro del nostro Paese, una giornata cruciale anche per il futuro della Caccia, in quanto in  disegni e progetti di molti partiti e movimenti politici vi è la chiusura della Caccia. Altri soggetti vogliono proporre la sua chiusura attraverso un referendum e stanno raccogliendo delle firme.

Questa è la realtà dei fatti ed è su questo è per questo che i Cacciatori debbono fare i loro conti e riflessioni, prima, che sia troppo tardi. Ci stanno gradualmente e scientificamente riducendo numericamente, indebolendoci come categoria, strizzando l’occhio all’Animal Ambientalismo dai Bilanci da Multinazionale che trae profitti e gode di aiuti e sovvenzioni pubbliche e private con cifre da capogiro. Per cui la nostra categoria, nonostante le tasse che versiamo allo Stato e alla Regione, suscita molto meno interesse sotto molteplici aspetti. Ai partiti però interessano invece i nostri voti che negli anni abbiamo affidato a quei partiti che ci davano più affidamento e dato le nostre preferenze in Regione a coloro che almeno a parole ed in parte nei fatti,non erano anticaccia.
Cosa sia successo, cari Cacciatori bresciani l’avete provato sulla vostra pelle, attraverso continue promesse mai mantenute e  tante riduzioni, complicazioni a vostro sfavore che hanno portato ad un’emorragia di licenze di caccia..Parliamo di migliaia di Cacciatori che nell’ultimo quinquennio  hanno lasciato e che hanno come unica causa l’immobilismo se non l’avversità di chi ha retto le sorti in Regione Lombardia in materia venatoria. Ora è venuto il momento di cambiare registro, di mandare in Regione come Consigliere uno di Voi, un cacciatore, non un politico politicante che ancor oggi chiede il vostro consenso dopo avervi umiliato e mortificato, ubbidendo alle strategie di Partito che per cinque anni hanno negato una Delibera di Giunta per le Deroghe e i Roccoli,avallando la Banca Dati dei Richiami vivi.
Cacciatore bresciano alza la testa e cambia indirizzo di voto , dallo a un cacciatore “Vero”e “Bravo” sotto tutti gli aspetti,rispetto a quello che si  fa passare come tale,camuffandosi dietro alle apparenze ma che poi farà,come sempre,gli interessi del partito..
Un voto di categoria per la Caccia: Ora o mai più “!
ACL – Ufficio stampa
Nota Informativa fonte Ministero dell’Interno.
Gli ultimi dati dicono che i titolari di porto d’armi in Italia sono circa 600 mila. Di questi una buona parte pratica il tiro sportivo, altri ( e sono in crescita) lo detengono per difesa personale. In calo i cacciatori che sono sotto quota 430mila .  Eravamo un milione solo 15 anni fa … . Un dato su cui riflettere  prima che sia davvero troppo tardi.
ACL
Etichettato: , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *