Tesserati!
Notizie

ACL: GRUPPO INTERCONSILIARE CACCIA BS-BG . UNA RISORSA PER IL MONDO VENATORIO

ACL:  GRUPPO INTERCONSILIARE CACCIA BS-BG . UNA RISORSA PER IL MONDO VENATORIO

PARTE BENE IL PERCORSO AVVIATO CON LA REGIA DI ALESSANDRO SALA IN REGIONE LOMBARDIA

salala rolfi

Martedì 14 la prima riunione, cui faranno seguito altre due entro Aprile. Intorno a un tavolo si sono trovati Consiglieri Regionali di maggioranza e opposizione a cui si è aggiunto Girelli (PD) e le Associazioni Venatorie con qualche defezione dovuta ad un disguido. In quaranta minuti i discorsi si sono concentrati e sviluppati su richieste mirate e sintetizzate per la gran parte su un documento  che è stato condiviso da tutte le Associazioni presenti. Queste in sintesi le richieste di modifica L. R. 26/93:

1) Esercizio delle deroghe con la possibilità di attivare i “roccoli”;

2) Estensione periodi di caccia ad alcune specie fino alla prima decade di Febbraio;

3) Giornate integrative con la possibilità di consentire 2 giornate integrative da appostamento nei mesi di Ottobre e Novembre;

4) Recupero selvaggina ferita (acquatici);

5) Gestione programmata della caccia;

6) Permanenza Associativa;

7) Deroghe alla forma esclusiva di caccia, proponendo un pacchetto di giornate di caccia da appostamento temporaneo a partire da Ottobre su tutto il territorio regionale, ad esclusione ZONA A della ZONA Alpi;

8) Cambio della forma esclusiva di caccia, spostandola al 31 marzo;

9) Sanzioni al disturbo dell’esercizio venatorio, estendendolo anche alle operazioni connesse o collegate quali la cattura dei richiami e della selvaggina stanziale per ripopolamento nonché le manifestazioni ornitologiche regolarmente organizzate.

tordoSono state segnalate infine le seguenti esigenze: Consegna e recapito dei Tesserini Venatori con spedizione al domicilio del cacciatore, tesserino che è stato dichiarato ufficialmente , rimarrà per la prossima  stagione venatoria quello cartaceo tradizionale in essere; la necessità di avere Calendari certi e tali a fornire un quadro di contenuti che non subisca modifiche nel corso della Stagione Venatoria; la possibilità di consumare nei ristoranti/trattorie e feste popolari le carni di cacciagione dimostrandone la provenienza  e l’origine (spiedo e polenta e osei). Diciamo che di carne al fuoco ce n’è stata, avanti così.

ACL Ufficio stampa

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *