Tesserati!
Notizie

A Brescia l’europarlamentare Maullu. Un doppione di quanto già sottoscritto da tutti con Lara Comi ?

A Brescia l’europarlamentare Maullu. Un doppione di quanto già sottoscritto da tutti con Lara Comi ?

Maullo e GrandiniMartedì sera anche noi di ACL abbiamo risposto all’invito dell’Anuu per partecipare all’incontro con l’Europarlamentare di Forza Italia Stefano Maullu, che, su invito del presidente Grandini è a giunto a Concesio per parlare di caccia del delicato problema della detenzione delle armi ad uso sportivo e venatorio. Per ACL era presente il nostro presidente regionale Carlo Bravo. Premesso che ben vengano tutte queste iniziative dove si fanno avanti i “portatori” della cultura venatoria, va subito detto che noi abbiamo ritenuto inopportuno il periodo di questo incontro che giunge tardivo rispetto a quello che noi abbiamo portato avanti con l’On. (sempre di Forza Italia) Lara Comi.  Proprio ad inizio mese la Comi aveva organizzato con successo un incontro, nella sede istituzionale dell’Unione Europea  a Milano, con tutte le associazioni venatorie presenti con i loro vertici nazionali (FIDC- Anuu-Libera-ACL- Italcaccia-Enalcaccia ecc) . Un incontro nel quale è stato preso un impegno da parte di tutti ( forse per la prima volta in assoluto) per restare uniti nella missione di poter incontrare a Bruxelles il Commisario all’ Ambiente per potergli parlare e avere risposte dirette in tema “caccia” . Un impegno che Lara Comi sta portando avanti in prima persona adoperandosi per poterci aprire quella porta che per troppo tempo e a molti altri è rimasta sbarrata. L’intervento del nostro presidente è stato chiaro – “Vorrei sapere se questo incontro è frutto di qualcosa di specifico legato ad un progetto comune o qualcosa di estemporaneo … perchè non ci pare il caso di muoverci su due tavoli diversi sapendo cosa era stato fatto in precedenza da un suo collega di partito”-   Se l’on. Stefano Maullo provasse a dialogare con la collega bruxelliana e contemporaneamente anche di partito (entrambi di Forza Italia) sarebbe magari una buona cosa per unire le forze. Ma il sospetto è, o forse meglio dire la nostra preoccupazione,  che una mossa di questo tipo possa vanificare il lavoro intrapreso e sottoscritto da tutti solo due settimana fa.  Leggermente piccata la risposta fornita dall’eurodeputato che ha evidenziato la sua buona fede elencando una serie di lavori svolti (interpellanze, emendamenti ecc) , ponendo in evidenza una carriera politica che lo hanno visto in Regione Lombardia per tre mandati ricoprendo anche il ruolo di Assessore alla Protezione Civile.  Nessuno mette in dubbio la sua preparazione politica anche se vogliamo ricordare che neppure in era “formigoniana” si era fatto molto per la pratica venatoria.  Ma al di la di questo, pur constatando che Maullo con il suo gruppo si è impegnato con successo sulla questione della detenzione delle armi da caccia e da tiro, e che per fortuna sono stati eliminati alcuni paletti che ci avrebbero reso difficile la nostra passione, ribadiamo il concetto che in questo momento si sarebbe fatto meglio ad attendere e magari concordare qualcosa tutti insieme.  Per non essere quelli che pensano sempre male e vedono tutto con diffidenza vogliamo comunque esprimere al rappresentante del PPE Maullu tutta la nostra stima pur ribadendo che riteniamo corretto la scelta fatta con Lara Comi e (ribadiamo) sottoscritta da tutte le associazioni in maniera ufficiale.

ACL – Ufficio stampa

Etichettato: , , ,

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *